Close

Due dolcissimi brand dedicati ai più piccoli… scoperti girovagando!

 

Image-16

Una valigia sempre pronta

Sin da quando ero ragazza ho sempre desiderato un lavoro che mi permettesse di viaggiare, di aprire gli occhi, il cuore e la mente di fronte alla diversità culturale. Quando l’ho trovato avevo 28 anni. Non ero sposata ed avevo ancora la testa tra le nuvole – una caratteristica che mi contraddistingue, ma che allora credo fosse particolarmente predominante. Ho realizzato il mio sogno, ed ho imparato ad avere la valigia sempre pronta.

Tanti, tantissimi peluche!

Subito dopo la nascita di Stella ho continuato a concedermi delle trasferte, ma gli aeroporti tutto ad un tratto mi facevano sentire sola, perché mi tenevano lontana da lei, rappresentavano quella distanza difficilmente colmabile, nonostante il grande aiuto dei nonni. Non ho mai girovagato per negozi, ma ad ogni meta cercavo un ricordo che potesse parlarle di dove ero stata. E così ho portato a casa decine di peluche delle mascotte nazionali: una bella collezione, la stessa che oggi le fa compagnia mentre dorme, popolando le mensole della sua cameretta.

In viaggio col pancione

La seconda maternità è stata molto diversa dalla prima, segnata da un forte senso di incertezza che paradossalmente mi ha spinta a continuare a viaggiare all’estero per lavoro, aiutandomi a superare le mie paure e invitandomi a ridare vita al mio sogno. E così, mentre era nel mio pancione, Olivia ha girato il mondo. Certo, un mondo piuttosto circoscritto, dato che le trasferte non mi consentivano quasi mai di visitare luoghi famosi o di ammirare paesaggi incontaminati, ma gli aeroporti si sono trasformati nella mia occasione per cercare, esplorare, informarmi.

Alla scoperta di un mondo tutto dedicato ai più piccoli

E mentre nel mio tempo di non-mamma mi era concesso di pensare soprattutto a me e all’imminente bisogno di scarpe e borse, largo ora all’incredibile universo della moda dedicata ai bambini. Nel mio caso un deterrente in più – il rosa – perché a casa ad aspettarmi c’erano ben due principesse, e sebbene avessi sempre promesso a me stessa che nessuna tonalità di questo colore avrebbe mai prevalso nei loro armadi e cassetti, pare che dopotutto la scelta di noi mamme di femmine non sia motivata dal semplice stereotipo, ma sia una vera e propria questione di chimica. Alias, mi sono data a spese pazze [e rosa] per loro. Ed è così che, girovagando prima con il pancione e poi da mamma bis, ho scoperto alcuni brand deliziosi, innovativi, pieni di poesia, nati a volte da passioni tramandate, altre dalla ricerca e dal design, altre ancora da brillanti intuizioni contemporanee.

Dolcissimi, vintage ed eco-sostenibili

Oggi ve ne presento due, che mi hanno letteralmente conquistata sia per la loro semplicità, autenticità e originalità, sia perché la filosofia che li ha ispirati si avvicina per molti aspetti alla mia personalità. Spero che la loro storia vi incuriosisca, che decidiate di provarli e che possiate presto farmi sapere come vi trovate!

 

Il primo è Poudre Organic, un marchio creato nel 2014 da due mamme francesi particolarmente attente ai temi della sostenibilità, dell’ecologia e del benessere dei più piccoli. I capi sono prodotti in Portogallo e realizzati in puro cotone 100% organico. Rimarrete sorpresi di fronte ad un arcobaleno di colori delicatissimi e allo stesso tempo originali e allegri che sembrano essere stati rubati alla natura. I tessuti sono morbidi, traspiranti e anallergici. Quelli della collezione PE in mussola di cotone proveniente interamente da agricoltura biologica, sono particolarmente freschi, adatti alle stagioni più calde e alle pelli più sensibili. Poudre Organic è diventato il brand preferito della mia piccola Olivia sin dai suoi primi mesi di vita: le camicette dai tagli comodi, i pantaloncini bloomer a sbuffo e gli abitini romantici e leggeri sembrano uscire dal paesaggio di una favola! Perfetti per giocare all’aria aperta, i loro colori ricordano proprio le corse libere dei bambini in un campo di grano o in un prato d’estate. Sbirciando sul loro sito, scoprirete che la spugna in cotone, morbida e dalle tonalità pastello, entrerà in scena nella prossima stagione estiva…  Perché ci piace tanto? Perchè i modelli per bambina sono estremamente femminili e i tessuti morbidi e comodi per correre e saltare (oltre che facilissimi da lavare!). https://www.poudreorganic.fr/shop/en/

Un altro brand non nordico ha fatto da poco capolino nei nostri armadi è Popelìn. Questa volta ci troviamo in Spagna, ma anche qui l’idea, l’ispirazione e il progetto sono di due donne – Carmela e Julieta – e anche per Popelìn il passato e la poesia stanno alla base del processo creativo. Da questo concetto nascono capi dal taglio vintage, che rappresenta il marchio distintivo dell’azienda. Cotone e lino sono i tessuti preferiti, perché sono i più confortevoli per la pelle dei bambini. A partire da questi presupposti, ogni pezzo viene prodotto in modo artigianale dall’inizio alla fine, con una grande cura del dettaglio che coinvolge tutte le decisioni: il nome della collezione, la scelta dei colori, delle fantasie e delle forme, i servizi fotografici. Anche Popelìn, come Poudre Organic, è un marchio sostenibile, che garantisce origine dei tessuti e produzione al 100% spagnoli. Noi andiamo pazze per le tutine estive reversibili: con i loro tessuti leggeri, i loro dettagli ricercati e i colori della terra, del cielo e del bosco, sono davvero poetiche! E poi ci piace il modo estremamente personale con cui ci mandano i loro capi: confezionati in carta velina insieme ad un messaggio scritto a mano e ad un rametto di lavanda o ad un fiore di campo. Un vero e proprio gesto speciale, e una piccola grande coccola per chi riceve. Perché ci piace tanto? Perché amiamo le forme e le fantasie vintage, che ci fanno sognare un po’ ogni volta che le indossiamo! https://www.modainfantilpopelin.com/en

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: