Close

I pannolini lavabili




I pannolini lavabili (pl), usati dalle nostre mamme e le nostre nonne, stanno tornando sui culetti dei nostri bimbi!

 

Noi li abbiamo utilizzati per Benedetta, con una pelle molto sensibile che mal tollerava i pannolini usa e getta!

 


La scelta di utilizzare questo tipo di pannolino può essere dettata da vari fattori:

  • Risparmio economico: bastano una ventina di pl per ogni culetto. La spesa, che varia a seconda dei modelli scelti ed alla tipologia, è in media di 500 euro, alla quale vanno aggiunti i costi di detersivo e lavatrice (un centinaio di euro l’anno). Inoltre, in caso di fratelli successivi, la spesa viene ulteriormente ammortizzata!
  • Risparmio ecologico: nei 3 anni di vita di un bambino si utilizzano circa 6000 pannolini usa e getta, a fronte di una ventina di pannolini lavabili.
  • Sensibilità cutanea: alcuni bambini hanno una pelle che reagisce in maniera sfavorevole alla plastica e al calore generato dai pannolini usa e getta.
  • Fantasie: alcuni pl, soprattutto fatti da mamme artigiane, sono veri e proprio oggetti da collezionare, che non hanno nulla a che vedere con gli anonimi pannolini usa e getta !!!

 

Vediamo ora una rapida descrizione dei vari tipi di pl presenti in commercio:

 

Prefold: sono dei rettangoli di cotone con più strati al centro per creare maggiore assorbenza; sono di varie dimensioni, per neonati o per bimbi più grandi, si possono piegare in vari modi e fissare con spille da balia o con uno “snappy”, un gancetto di plastica con punte dentellate che si aggrappano al tessuto. Necessitano di mutandina di copertura impermeabile.

 

Muslin: sono delle garze di cotone (mussola) morbidissime, anche esse da piegare in vari modi e da chiudere con “snappy” o spilla da balia. Sono usate solitamente nei bimbi appena nati e necessitano di cover impermeabile.

 

Ciripà: sono strisce di maglina di cotone che si piegano in due e si avvolgono intorno alla vita del bambino e vengono chiusi da dei lacci. All’interno vengono posti inserti assorbenti in base alle necessità. Anche essi necessitano di una cover esterna impermeabile.

 

Fitted: è un pannolino perfettamente sagomato come un pannolino usa e getta, ma completamente di stoffa. Si chiude tramite bottoni o velcro. E’ molto assorbente ma necessita di una cover impermeabile esterna.

 

All in 2 (AI2): è composto da una parte assorbente interna che si attacca ad una mutandina esterna impermeabile. Queste due parti possono essere staccate per rendere l’asciugatura più veloce. Si chiudono attraverso bottoncini o velcro.

 

All in one (AIO): sono pannolini formati da una mutandina impermeabile e da un inserto assorbente direttamente cucito sulla mutandina e non asportabile. Si chiudono attraverso bottoncini o velcro.

 

Pocket: sono pannolini formati da una mutandina esterna impermeabile alla quale è cucito uno strato di stoffa drenante che forma una tasca, all’interno della quale possono essere inseriti degli inserti assorbenti in base alle necessità. Si chiudono attraverso bottoncini o velcro.

 

Le mutandine esterne o cover impermeabili, necessarie per evitare le fuoriuscite di pipì, possono essere fatte di vari materiali:

  • Pul: tessuto sintetico impermeabile ma traspirante; assicura di non avere perdite.
  • Lana: non è impermeabile, ma molto traspirante, permette all’aria di circolare e al bagnato di evaporare.
  • Pile: è più traspirante del pul e agisce come la lana, assorbendo l’umidità dal pannolino e facendola evaporare all’esterno, ma è un tessuto sintetico.

 

I tessuti con i quali sono fatti i pl possono essere di vari tipi:

  • Tessuti naturali: cotone, canapa e bamboo. Un grande vantaggio di questi tessuti è la loro bassa esposizione al rischio di allergie e la loro grande assorbenza, ma di contro hanno il fatto che lasciano più umida la pelle poiché drenano poco.
  • Tessuti tecnici: pile, microfibra, micropile, minkee. Come gli usa e getta la sensazione di bagnato a contatto con la pelle è minima poiché sono tessuti molto drenanti, ma tengono la pelle a contatto con un prodotto sintetico.

 

I pl esistono sia in taglie diverse che in taglia unica. Questi ultimi si adattano alla crescita del bambino attraverso bottoncini che allargano e stringono il pl.

 

Una volta utilizzati, i pl possono essere riposti in apposite wet bag, di varie dimensioni, fabbricate in pul e quindi impermeabili, oppure in secchioni con il coperchio, in attesa del lavaggio.

 

Per lavare i pl si utilizzano esclusivamente detersivi naturali e mai ammorbidenti, in quanto possono cercare i pl diminuendo la loro capacità di assorbenza. Per disinfettare i pl è possibile usare il percarbonato e al posto dell’ammorbidente l’acido citrico.

 

Queste sono le informazioni generali!

 

Il mio consiglio è cercare una pannolinoteca (se ne trovano anche on line) dove poter “affittare” e provare vari tipi di pl e di tessuti prima di avventurarsi nell’acquisto.

Infatti non tutti i bimbi sono uguali e non tutti hanno le stesse esigenze, per cui un tipo di pannolino può essere perfetto per un bambino ma non per un altro!





Giulia

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: